lunedì 6 marzo 2017

Metodo infallibile per vincere al Totocalcio senza spendere un euro



Metodo infallibile per vincere al Totocalcio senza spendere un solo euro. Inoltre guadagnerete di più di chi ha vinto davvero al Totocalcio. Non ci credete? Guardate questo simpaticissimo tutorial e capirete anche voi come vincere e guadagnare soldi in poco tempo e a costo zero!
.

sabato 4 febbraio 2017

10 CONSIGLI PER CHI DEVE ANDARE IN VACANZA A MAGGIO




L'estate sta per arrivare e chi di voi non è disocuppato o raggiunge almeno i quattromila euro annui di stipendio dai vari lavoretti che fa può meritarsi una sognata vacanza in giro per il mondo nel mese di maggio (già a giugno i prezzi si alzano e vi attaccate). Ecco alcune regole basilari per prepararvi al meglio per la vostra vacanza.

  • Prenotate il viaggio già sei/sette mesi prima così da poter pagare il viaggio andata/ritorno sui 10/15 euro compreso pranzo e visita guidata nella cabina di pilotaggio. Se poi durante questi mesi scoprirete di avere due mesi di vita avrete perso quindici euro, ma a quel punto il denaro non avrà più valore per voi.
  • Per un'ottima vacanza nel mese di maggio, dovrete partire dal primo maggio al 31 maggio. Non prima né dopo, sarebbe inutile.
  • Una volta arrivati a destinazione, per sicurezza, non sfoggiate la vostra bella collanina d'oro con il crocifisso, o con la maglietta di Buddha o il simbolo dell'Om induista... le guide turistiche consigliano di camminare per strada con una piccola bandierina bianca in segno di pace e arresa. Anche quella da aperitivo con lo stuzzicandenti va bene. Nessuno potrà bombardarvi.
  • Evitate di ostentare il vostro essere italiani. Ricordatevi sempre che noi siamo gli sfigati del mondo occidentale.
  • Ci sono alcuni paesi in cui gli italiani sono ben visti. In Marocco, Albania e in qualche zona della Puglia.
  • Vai nei bar per turisti, fingiti un turista e fai amicizia, conosci ragazzi e ragazze. Stupisciti nello scoprire che anche loro sono italiani e vivono nel palazzo di fronte al tuo.
  • Se avete dei bambini piccoli lasciateli a casa in balia del destino dicendo loro che è ora di diventare adulti. Lasciate dieci euro sul tavolo per mangiare e una Coca Cola Zero.
  • La sera, prima di addormentarvi, provate cose nuove, tipo pagare per fare sesso con un maggiorenne... o leggere un libro.
  • Approfitta dei giorni di vacanza per entrare in una chiesa e confessare i tuoi peccati.
  • Utilizza il cellulare nei limiti, magari per fare foto ai piatti che ordini al ristorante o per immortalare i monumenti che vedi. Assolutamente non utilizzare il cellulare se fai una vacanza alcolica. Potresti ritrovarti su youporn nella sezione Interracial.

    Per concludere: Per godersi le vacanze bisogna fare una selezione molta attenta dei compagni di viaggio. Scartiamo le persone noiose, senza spirito d'iniziativa, pigre. Scegliamo quelle che hanno i nostri stessi interessi. Bene, ora tu e il tuo gatto siete pronti per partire! Buon viaggio a tutti e due!

sabato 31 dicembre 2016

10 cose che non sapevate del Capodanno




Il 2016 è ormai agli sgoccioli. Mentre tutti ci apprestiamo a celebrare l'anno che si chiude, abbiamo pensato di aiutarvi ad ingannare l'attesa con 10 fatti veramente interessanti che probabilmente non conoscevate sul Capodanno. Buona lettura e buon 2017!



1- Se state leggendo questo articolo poco dopo la pubblicazione siete ancora nel 2016, ma in molti luoghi del mondo è già arrivato il 2017, in Cina siamo già nel 2018. A Tonga, nelle Samoa ed a Kiribati (piccoli stati insulari nell'Oceano Pacifico) il nuovo anno è iniziato già da qualche ora, ma lo fanno solo per sentirsi diversi peggio degli inglesi che a Capodanno, per sentirsi diversi, mangiano con la mano sinistra e inseriscono il cibo direttamente nel retto. Progressivamente, il nuovo anno arriverà in tutta l'Oceania, l'Asia e poi arriverà finalmente in Europa. A Catanzaro invece siamo ancora nel 1987 ma secondo Umberto Veronesi loro vincono sulle lunghe distanze quindi pian piano ci recupereranno.



2 - Il primo luogo in assoluto nel quale arriva ogni anno nuovo sul pianeta sono le Isole della Linea, un gruppo di 11 atolli ed isole coralline nel mezzo del Pacifico facenti parte di Kiribati (solo 4 di questi sono abitati). Gli abitanti di quel luogo sono settantatre e festeggiano con un mega concerto sulla spiaggia dove ognuno porta qualcosa da bere e mangiare. Finché non arriva la Forestale a caccia via tutti. Maledetti sbirri!



3 - Le prime celebrazioni del nuovo anno delle quali si abbia notizia risalgono all'antica Mesopotamia, circa 2.000 anni prima di Cristo. Si narra di un mega bengala esploso durante la celebrazione. Il frastuono emesso dall'esplosivo – narra la leggenda – pare abbia svegliato gli dei dal sonno che stavano facendo e loro per ripicca mandarono pioggia, fulmini e tuoni allagando alcune popolazioni. Dal successivo anno venne proibito il rito del botto anche a favore dei numerosi gatti che in Mesopotania erano in percentuale 10 a 1 in confronto agli umani e se si fossero riuniti e organizzati avrebbero cacciato gli umani a zampate nel sedere. 


4 - Una delle più note celebrazioni del nuovo anno è quella di Times Square, a New York. La tradizione iniziò nel 1904, gentilmente offerta dal quotidiano New York Times. Il primo Capodanno con la tradizionale palla luminosa che cade lungo un'asta fu quello del 1907. In Italia un'usanza simile è offerta dal quotidiano Libero dove il direttore ogni anno rotola lungo un percorso in discesa colpendo dieci giornalisti vestiti da birilli. Lo strike è di buono auspicio.



5 - Gerald Paul Carr, William Pogue ed Edward G. Gibson sono stati i primi esseri umani a celebrare un Capodanno nello spazio: i tre astronauti statunitensi erano l'equipaggio della missione Skylab 4 e sono quindi rimasti in orbita tra il 16 novembre 1973 e l'8 febbraio 1974...  almeno così hanno detto loro. In realtà erano in un'hangar vicino borgo Piave a Latina dentro una di quelle navicelle spaziali che usano pure all'Edenlandia.



6 - Ogni giorno la Stazione Spaziale Internazionale compie 15,5 orbite della Terra, il che significa che in teoria anche loro hanno già abbondantemente festeggiato il nuovo anno. Ma vaglielo a dire. Manco a perderci tempo.



7 - In Norvegia nel cenone viene servito un budino di riso contenente una mandorla intera: secondo le credenze locali, chi se la ritrova nel piatto avrà un anno prospero, chi si romperà il dente mangiandolo avrà un anno così così, chi si soffocherà inghiottendolo metterà fine ad ogni problema.



8 - Una tradizione simile esiste in Grecia, dove una moneta viene nascosta all'interno di una Vassilopita, un dolce a base di mandorle detto anche "Torta di San Basilio". Anche in Francia esiste un dolce simile dove chi trova una moneta divente Re/Regina e può esaudire un desiderio... anche a Lisbona mi pare... e in Polonia. Insomma In Norvegia non hanno inventato un cazzo.



9 - In Germania la vigilia di Capodanno 2015 è stata la seconda festività con il maggior numero di furti d'auto di quell'anno. Fu superata soltanto dal Capodanno 2016, ossia il giorno successivo. Invece la prima settimana del 2016 viene ricordata in Italia come quella durante la quale sono state acquistate più automobili usate.



10 - Il primo mese dell'anno è gennaio, il cui nome deriva dal dio romano Giano, dotato di due facce: una guardava avanti e l'altra indietro, come fanno in tanti a Capodanno, tra sorrisi sinceri e facce come il culo.





Buona fine


domenica 25 dicembre 2016

10 segnali per capire se stai bevendo troppo durante le feste natalizie



1) Sei in metro che barcolli e un'ottantenne incinta ti cede il posto a sedere. E ti regala cinque euro in monete.

2) Durante la riunione di condominio continui a giocare al solitario utilizzando un mazzo di carte con le donnine nude. Ogni tanto urli: “Scopa!”

3) Subito dopo aver ricevuto l'ostia, sferri un pugno al prete, gli afferri il calice dalle mani e bevi il sangue di Cristo come un assetato nel deserto e inizia correre con il calice tra le mani. I fedeli ti assalgono come fosse una partita di Football americano.

4) Leggi “Fai bei sogni” di Massimo Gramellini e ti commuovi senza vergogna. Non contento vedi anche il film e pensi sia il giorno più bello della tua vita.

5) Hai un ritardo di dodici giorni, pensi di essere incinta, compri un test di gravidanza e solo vedendo il tuo pisello capisci di essere un uomo. Ciononostante risulti positiva.

6) Vai su Google per cercare la ricetta della torta alle mele, ma finisci con l'abbonarti a Netflix, Meetic e Wish.com.

7) Ti svegli, vai allo specchio e sei convinto di essere il sosia di Christian Slater. Allora pensi di uscire in skateboard per strada ma non percorri nemmeno tre metri. Passerai l'Epifania al Policlinico Gemelli.

8) Inizi a seguire con attenzione la vicenda dei due marò italiani arrestati in India. Ti batti per loro affinché il processo avvenga in Italia. Partecipi alla campagna di sensibilizzazione pro marò, in quanto l'incidente è avvenuto in acqua internazionali, benché le vittime siano di nazionalità indiana. Scrivi al Presidente della Repubblica Italiana una lettera per il rilascio dei due soldati. Organizzi un sit-in al quale partecipano oltre duemila persone. Poi ti fai esplodere un raudo il culo e finisci su “Malattie imbarazzanti”. Inoltre la sindaca Raggi ti multerà a seguito del divieto di esplosioni dei botti che ha emanato per i giorni che vanno dal 29 dicembre 2016 al primo gennaio 2017.

9) Ti prende bene e decidi di prepararti tre strisce di cocaina sulle chiappe. Poi ti prende male perché non riesci a capire come fare per tirarle.

10) Vedi la tua foto in una puntata di “Chi la visto”. Ti guardi intorno e capisci di non essere a casa tua. Ma con le mani legate e un quotidiano sulla pancia. 


.

domenica 11 settembre 2016

Depressione: riconoscerla da 13 sintomi



Quali sono i sintomi della depressione? Come si manifesta? Quando si può effettivamente parlare di depressione? Hai una pistola in casa? Vivi da solo? Hai pagato la bolletta della luce? Ti piacciono gli interrogativi della vita?

Cercare di fare chiarezza è d'obbligo, visti l'enorme carico di sofferenza emotiva che comporta per chi ne soffre (e per i suoi cari) e la tanta, troppa confusione che ancora circonda l'argomento.

Depressione: riconoscerla da 13 sintomi

Sentirsi stanchi, demotivati, tristi o frustrati è – ahinoi – una condizione normale, dicesi “cristianesimo” o “cattolicesimo”. A tutti può succedere di avere delle giornate no, anche il Papa ogni tanto bestemmia la madonna piangendo da solo sul cesso.

Perché si possa parlare di vera depressione è necessario fare un esame più completo del proprio stato d'animo, che miri a individuare la compresenza di almeno sei di questi tredici sintomi:

  1.     Sensazione costante di fatica. Decisione di dormire direttamente sul water così da cagare appena svegli senza muoversi. Nei casi più estremi decisione di dormire a letto e cagare sul materasso.
  2.     Aumento o diminuzione dell'appetito a seconda dello chef.
  3.     Disturbi del sonno (ipersonnia, insonnia o frequenti risvegli durante la notte per controllare se effettivamentente stavate dormendo. Una volta che avete visto che state dormendo farete di tutto per svegliarvi perchè almeno sarete in due a non dormire).
  4.     Sensi di colpa continui anche dopo un omicidio o uno stupro.
  5.     Pensieri di morte, di suicidio e di Gratta e vinci.
  6.     Le risatine finte di Casa Vianello non fanno più effetto su di voi.
  7.     Tristezza persistente, ansia e sensazione di vuoto come una scatola di fagioli piena di scoregge.
  8.     Disperazione, visione totalmente pessimistica della vita e innaturale voglia di votare il Movimento cinque stelle.
  9.     Perdita d’interesse o piacere in attività che prima davano soddisfazione, compreso il sesso con bambini decapitati.
  10.     Sensazione di essere "rallentati" come l'uomo bionico quando corre velocissimo.
  11.     Difficoltà a prendere decisioni tipo quale programma tv vedere la sera tra le tante scelte libere che ti offrono.
  12.     Numero eccessivo di nei sul corpo. Oltre i trenta soffrite di depressione e ognuno di loro può contagiare gli altri.
  13.     Senso di fastidio se vi ficcate un dito nel culo.

Guarire dalla depressione si può, basta (ri)conoscerla e affrontarla con l'aiuto di un bravo medico, un toy boy, delle puttane e tanti oggetti vibranti.

sabato 10 settembre 2016

Massimo Boldi sarà il protagonista di “Loro”. Il nuovo lungometraggio di Paolo Sorrentino.



In un ruolo drammatico lo avevamo già visto in “Festival” di Pupi Avati, ma diretto da un premio Oscar mai. Massimo Boldi sarà il protagonista di “Loro”, pellicola che Paolo Sorrentino sta scrivendo basandosi sulla vita di Silvio Berlusconi. Così come Toni Servillo per Andreotti l'aspetto fisico sarà fondamentale per il regista che aspira sempre più a un cinema di sguardi, pelle, silenzi, sudore e pochi dialoghi. Dopo Carlo Verdone in “La grande bellezza” forse anche la maschera comica di Boldi verrà osannata dalla critica e dal pubblico, visto che l'unico esperimento (seppur riuscito) di Avati non ha avuto il meritato successo al botteghino.

Il premio oscar racconterà l’ascesa dell’imprenditore Berlusconi e i vent’anni di politica italiana. Tale rivelazione proviene direttamente dalla Mostra del Cinema di Venezia. Dopo aver presentato la serie The Young Pope, Sorrentino dovrebbe cominciare a girare il film nell'autunno 2017. Probabilmente l’intenzione è di raccontare Berlusconi e i dettagli della sua vita. Loro non è il primo film dedicato ad un politico italiano. E’ inevitabile che il pensiero vada ad un altro capolavoro di Sorrentino: Il Divo. Film che ritrae il senatore a vita Giulio Andreotti e il mediometraggio Croce di sabbia ispirato all'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno.

Come combattere il colesterolo senza armi da fuoco


Dici colesterolo e il pensiero corre subito al polistirolo e il polistirolo è qualcosa di negativo caccapupù per la salute, quella del cuore in particolare. Eppure non è tutto così semplice: il colesterolo è una sostanza fondamentale per il nostro organismo perché è necessaria al funzionamento del sistema nervoso. Quindi, perché i medici rompono così tanto se c’è troppo colesterolo nel nostro corpo? Perché la sua presenza nel sangue in quantità eccessive è considerata un pericolo per la salute. Non a caso si parla di colesterolo buono, di colesterolo cattivo e colesterolo brutto: solo quello cattivo va tenuto sotto controllo perché realmente pericoloso per il nostro apparato cardiovascolare. Quello buorno è buono e quello brutto è solo brutto ma non è detto che chi è brutto sia anche cattivo, infatti come insegna il professor Leone Sergio dell'Università di Roma c'è il Buono, il brutto e il cattivo. Solitamente il cattivo ha le sembianze di Lee Van Cleef.

Le cause del colesterolo troppo alto
Alla formazione dell’ipercolesterolemia (livelli troppo alti di colesterolo) contribuiscono, oltre ai fattori genetici, tre elementi importanti:
  • un’alimentazione troppo ricca di animali (maiali, tori, cani, topi, lombrichi, tartarughe, trichechi etc. etc.)
  • scarsa attività fisica del fisico
Indi per cui, se la vostra vita è addentare cani da seduti, beh c’è poco da fare: Morirete entro il prossimo inverno a causa del congelamento del grasso che avrete accumulato nel sangue. 
 
Che cosa si intende per colesterolo alto
Quando il colesterolo è troppo alto va combattuto senza pietà. Innanzitutto dovrete levargli i tacchi. Già questo ridurrà la sua statura. Se anche senza tacchi è ancora troppo alto, salite voi su una scala ed il gioco è fatto. Quando il colestero è altissimo spesso fuoriscirà dal vostro cranio e avrete la sensazione che qualcuno vi stia osservando dall'alto. Non è Dio, è il colestero alto. 


Quando si deve ricorrere ai farmaci
I farmaci anticolesterolo per eccellenza sono lsd e mdma: provocano un rapido abbassamento del colesterolo e un aumento dell’Hdl. In alcuni casi vi spunterà anche un secondo testicolo, nel caso ne abbiate uno solo, altrimenti arriverete a tre, collegati ai precedenti tramite una porticina di legno. Se siete delle donne non avrete nessun testicolo ma un piccolo filetto che se lo tirate vi fa muovere le gambe e le braccia in alto. La dose viene modificata in base ai risultati delle analisi di controllo da fare ogni sei giorni; ma anche se il colesterolo si abbassa, la terapia dovrà andare avanti perché se smetterete coi farmaci potreste avere le tipiche crisi d’astinenza da eroina e i forte desiderio di partecipare a Italia's got talent per vedere assistere a una standig ovation simulata in vostro onore.

Prevenire il colesterolo con gli stili di vita corretti
Il colesterolo cala anche con un’attività fisica leggera, basta che sia costanti. Salite le scale di casa o dell’ufficio a piedi, rapinate locali al fine di incrementare sudore e adrenalina, parcheggiate l’auto lontano quando andate a fare shopping. L’ideale? Almeno un’ora di movimento, tre volte la settimana. In alternativa fatevi una sana chiavata ogni giorno. Se siete uomo evitate la
smorzacandela dove state fermi sul letto e fa tutto lei. Se siete donna evitate la pecorina per lo stesso motivo. Posizione ideale: la forbice.
Il meglio di tutto sarebbe andare a fare una passeggiata per fratte ed infrattarvi con qualcuno e se il vostro partner non vuole, mostrategli una ricetta del medico che vi obbliga a farlo. Lui capirà-

Combattere il colesterolo a tavola
L’alimentazione può fare moltissimo per tenere sotto controllo il colesterolo. A tavola privilegiate anzitutto i
metodi di cottura più sani: al vapore, al cartoccio e nella pentola a pressione (ma senza condimenti). Quindi vanno bene i ravioli al vapore, ma non gli involtini primavera. Un’alimentazione sana basata sulla dieta mediterranea può far calare il colesterolo anche del 15%. Quali alimenti prediligere? Al primo posto c’è senza dubbio il pesce azzurro; quindi le carni bianche, le verdure verdi, le arance arancioni e le mele rosse. Tanto alla fine diventerà sempre tutto marrone.


Ciao ciao